7 superfood perfetti per la gravidanza

Quando si aspetta un bambino è molto importante mangiare bene seguendo una dieta nutriente e sana per sé e il nascituro. Ci sono alimenti, detti superfood, che aiutano a rimanere in forma durante i nove mesi di dolce attesa. Ecco quali sono i 7 superfood ottimi da assumere in gravidanza.

Yogurt

Lo yogurt contiene i probiotici, che sono "batteri amici" che aiutano a rafforzare il sistema immunitario e l'apparato digestivo. Lo yogurt ha tantè proprietà benefiche per la tua salute e quella del tuo bambino: contiene, infatti, magnesio, calcio, riboflavina, vitamina B12 e potassio. Anche chi non può mangiare il lattosio, perché intollerante, può assumere lo yogurt, perciò via libera a colazioni a base di yogurt e frutta secca o come snack da portare in ufficio.

Banane

Le banane contengono molti carboidrati. Il vostro corpo avrà sempre energia per affrontare la stanchezza e aiutare sia voi che il vostro bambino. Inoltre sono frutti ricchi di fibre, che aiutano l'intestino a rimanere regolare. Quali proprietà nutritive contraddistingono le banane? Sicuramente il potassio e la vitamina A, ottimi per proteggere gli occhi e il cuore. Sono perfette se assunte da sole a colazione, merenda oppure nei frullati o bowls.

Jacob Blount || Jacksparrow

Albicocche secche

Le albicocche secche sono perfette per chi è in stato di gravidanza: sono alimenti ricchi di fibre, che favoriscono la digestione e mantengono regolare l'intestino, ma anche di potassio che previene l'ipertensione e regolamenta i livelli della pressione del sangue, di ferro che previene l'insorgere di anemia, pericolosa per lo stato della gravidanza e il conseguente parto.

Sono ricche anche di vitamina A e gli antiossidanti contenuti al loro interno mantengono in salute gli occhi, così come la crescita cellulare e il sistema immunitario in ottima funzionalità. Le albicocche secche si possono mangiare in qualsiasi momento.

Avocado

Mangiare gli avocado fa molto bene: sono frutti ricchi di grassi omega 3, che contribuiscono allo sviluppo del cervello del nascituro. Hanno molte vitamine: quelle del gruppo B prevengono l'insorgere di infezioni e malattie, vitamina E e C scongiurano il rischio di cancro.



Sono un toccasana per la nostra salute poichè ricchi di minerali, tra cui il potassio che aiuta a controllare la pressione del sangue, fibre che aiutano a regolare il metabolismo e folato, fondamentale durante la gravidanza, in quanto ripara le cellule. Come mangiare l'avocado? Le varianti sono moltissime: dal toast con avocado e pepe alla famosissima guacamole.

Semi di zucca

I semi di zucca sono ricchi di proteine, fondamentali per lo sviluppo dei muscoli del nascituro e per rinforzare il sistema muscolare della madre. I semi di zucca hanno anche calcio, potassio e fosforo, idratando e mantenendo i muscoli in salute. Contenendo anche magnesio e zinco, riescono ad usare proteine, carboidrati e grassi come energia, indispensabile per risollevarsi nei momenti no della gravidanza. Buonissimi se mangiati con insalate, oppure il pesto, budini o ancora semplice pane.

Fichi

I fichi costituiscono un'importante fonte vegetale di calcio. Ricchi inoltre di minerali come il fosforo, il potassio e il magnesio, utili per la formazione delle ossa e i denti del nascituro, così come vitamina K. Se secchi meglio, in quanto presentano più nutrienti, rispetto a quelli freschi, che vanno comunque benissimo. Mangiati singolarmente sono ottimi, così come sotto forma di marmellata, o accompagnando una buona insalata di formaggio di capra.

Erba cipollina

L'erba cipollina fa bene e allora usiamola per condire le nostre pietanze! Il suo elemento nutritivo principale è l'acido folico, che va assunto soprattutto nei primi mesi di gravidanza. Essa contiene anche fibre, vitamina C, ferro, calcio, magnesio e Vitamina B6 apportando così molte sostanze utili al nostro organismo, soprattutto in questa particolare situazione.

Cos’è la dieta del sondino?

La dieta del sondino viene effettuata mediante un'infusione, tramite sondino nasale, introdotto in narice che arriva all'intestino, 24 ore su 24.