4 Alimenti che provocano la cellulite

La cellulite è un disturbo che indica la tendenza a trattenere i liquidi all'interno del corpo e questo è un problema molto diffuso, che colpisce soprattutto le donne. L'accumulo di liquidi tende a stagnarsi nelle zone del corpo predisposte ad ammassare grassi: ovvero lato B, le cosce e l'addome. Le cause alla sua base possono essere diverse e molteplici, come ad esempio gravi patologie quali disfunzioni cardiache o renali, oppure reazioni allergiche e severe infiammazioni.

L'edema è uno dei segnali principali della presenza di ritenzione idrica e si manifesta come un rigonfiamento anomalo dovuto all'accumulo di liquidi nei tessuti. A causa di una cattiva circolazione linfatica e venosa, nell'organismo arrivano a ristagnare, oltre che i liquidi, anche molte tossine in grado di alterare il metabolismo cellulare, che risulta già compromesso dalla carenza di nutrienti e ossigeno.

Quali sono gli alimenti che causano la cellulite?

La maggior parte delle volte, invece, non è nulla di così grave e si deve solo a uno stile di vita sedentario e a una cattiva alimentazione. Proprio la dieta, infatti, è tra i principali responsabili della cellulite più ostinata. Se da un lato è vero che tutte quante abbiamo la cellulite, dall'altro possiamo fare qualche modifica alla nostra alimentazione per stare meglio.

Vitamina C e fibre alleate preziose

Potete combattere gli inestetismi di gambe e lato B mangiando alcuni alimenti contro la ritenzione idrica come frutta e verdura o alimenti ricchi d'acqua in generale. Oltre ai due litri di acqua al giorno, consigliati da tutti i medici, bisogna alimentarsi con consapevolezza e preferire grassi insaturi e olii vegetali ai grassi animali. Alcuni degli alimenti per combattere la cellulite sono ricchi di fibre alimentari e di vitamina C.

TGTGTG || Shutterstock

Le fibre aumentano la mobilità intestinale, aiutano cioè a combattere la stitichezza, una della cause principali della cellulite e della ritenzione idrica in quanto ostacola il deflusso venoso. La vitamina C fornisce una grande protezione ai capillari ed è quindi un buon consiglio quello di consumare molta frutta come arance, kiwi, ananas, fragole, ciliegie e molta verdura come radicchio, broccoletti, lattuga, spinaci. Ricchi di vitamina C sono anche alcuni ortaggi freschi quali broccoli, pomodori, cavolfiori e peperoni e tuberi come le patate. È buona norma seguire una dieta disintossicante almeno un giorno alla settimana, specialmente dopo una grande abbuffata.

Durante questa giornata bevete molta acqua o tè verde e mangiate molta frutta fresca. Cercate di non assumere carne, ma di sostituirla col pesce, meno ricco di tessuto connettivo e quindi maggiormente digeribile. Sempre durante questa giornata disintossicante sono da abolire i cibi con grassi, sale e zuccheri.

Carne rossa e burro

I grassi saturi sono tra gli alimenti più insidiosi: non solo si accumulano nella parte bassa del corpo, ma sono anche difficili da smaltire! Occhio quindi a carne rossa e a burro e simili. Ovviamente la migliore abitudine per contrastare la ritenzione idrica rimarrà sempre l'attività fisica, fatta con intelligenza e moderazione, accompagnata da una dieta regolare e equilibrata. Oltre ad aiutare la perdita di peso, l'attività fisica aiuta ad attivare la circolazione del sangue e ad evitare quindi il ristagno di liquidi e tossine nell'organismo.

Sale quanto basta

Attenzione con il sale! Nemico amico della nostra cucina, il sale non va eliminato del tutto, basta saperlo dosare. Il famoso Q.B. dei libri di cucina la dice lunga, solo il minimo indispensabile per insaporire il piatto. Oltre che a aiutare i fastidiosi inestetismi come cellulite e ritenzione idrica, l'eccesso di sale, o meglio, è anche nemico della tiroide.



Keep calm and no coffee

L'abuso di caffè e di farmaci può portare a un maggior ristagno di liquidi, così come indossare abiti troppo stretti, tacchi troppo alti e stare in piedi molto a lungo senza mai spostarsi. In questo caso, si consiglia di mettersi sulle punte dei piedi di tanto in tanto, per stimolare il ritorno venoso e la circolazione sanguigna. Se soffrite di cattiva circolazione del sangue, un altro consiglio utile può essere quello di porre un cuscino in fondo al vostro letto, in modo da tenere i piedi leggermente sollevati durante il sonno.

Sugar oh honey honey

Dolci, caramelle, cioccolata e qualunque altro alimento ricco di zucchero raffinato è da evitare. Tutti quei pezzetti di cioccolata addentati nei momenti di fame nervosa e per Natale, compleanno, Pasqua ecc si vanno ad accumulare nei punti più delicati.

 

Una dieta ricca di zuccheri, oltre che attentare alla nostra salute, rappresenta uno dei motori della cellulite. Il grasso, infatti, si deposita su gambe, braccia e ginocchia e non se ne va nemmeno dopo una serie di esercizi anticellulite. Attenzione quindi a cosa mangi quando sei nervoso per non cadere nelle tentazioni più dolci della tua dispensa.

 

Quanto dura la dieta detox?

La dieta detox o dieta disintossicante serve a depurare l'organismo. Ma qual è la durata consigliata della dieta detox? Uno, tre o sette giorni?