La frutta giusta per ogni stagione!

Consumare frutta di stagione è un'abitudine sana e corretta che tutti dovrebbero seguire. Mangiare frutta di stagione significa avere a cuore il proprio equilibrio psico-fisico, in quanto la frutta di stagione non contiene conservanti e non è trattata in nessun modo e per questo siamo sicuri di introdurre nella nostra dieta alimenti sani e freschi. Inoltre comprando frutta di stagione, abbiamo anche modo di aiutare la produzione nostrana. La miglior frutta di stagione è quella che, oltre ad essere a chilometri zero, riesce anche a conservare tutte le sue proprietà e le sostanze nutritive e a mantenere il suo gusto più genuino ed intenso.

La frutta dell'inverno

Con l'arrivo della stagione fredda, è fondamentale riuscire a mangiare frutta, per mantenere alte le nostre difese immunitarie, specialmente a fronte di influenze e raffreddori invernali. Infatti col freddo siamo spesso vittime di epidemie di virus o batteri, che, consumando molta frutta invernale, possiamo riuscire a combattere ed evitare con più facilità.

frutta-inverno
La frutta di dicembre e quella di gennaio sono di solito ricche di vitamina C, sostanza molto importante per le sue qualità antiossidanti e di protezione del corpo.
Nel mese di dicembre si potrà trovare sui banchi del mercato anche il litchi, un frutto originario della Cina, che contiene molti minerali, quali il rame, il potassio, il ferro, il fosforo, il magnesio, il sodio, il calcio, il selenio, il manganese e lo zinco. È inoltre anche ricco delle vitamine B1, B2, B3 e B6, C ed E. In particolare la vitamina B3 ha proprietà terapeutiche, in grado di dilatare i vasi sanguigni e di purificare il sangue.

La frutta della primavera

La primavera è un'esplosione di colori, profumi e sapori e purtroppo chi soffre di allergie, come quella ai pollini, si ritrova spesso a soffrire e starnutire molto in questa stagione. Con i mesi di marzo e aprile cominciano a comparire i primi frutti primaverili come le fragole, anch'esse ricche di vitamina C e con poteri diuretici.

frutta-primavera

Ancora una volta le fragole si rivelano fondamentali: grazie infatti alla loro ricchezza di acido folico e vitamina C, aiutano a combattere gli effetti delle allergie e a rinforzare le nostre difese. I frutti primaverili principali di maggio sono le albicocche, le pesche e le ciliegie, famose per il loro contributo prezioso dato alla digestione. Questi frutti sono molto utili prima e durante i mesi caldi grazie al loro apporto di idratazione e di melanina, che aiuta a proteggere la pelle dal sole estivo.

La frutta dell'estate

Estate: vacanze, spiaggia, sole, abbronzatura... Cosa c'è di meglio? Questa stagione conta un'incredibile varietà di frutta, ottima e dissetante da portare in ufficio per uno snack o sotto l'ombrellone per non perdere nemmeno un'ora di sole.

frutta-estiva



I frutti estivi sono caratterizzati dalla loro grande dolcezza e dal loro importante apporto di acqua e vitamine essenziali. Qualche esempio? A giugno maturano completamente pesche, ciliegie ed albicocche e i frutti di luglio sembrano fatti apposta per farci abituare al calore e per proteggerci da esso. Ne è un gustoso esempio il fico, ricco di carboidrati, per fornirci energia supplementare per combattere il caldo e l'umidità. Ad agosto, infine, nascono frutti ancora più rinfrescanti e idratanti, come il mango.

La frutta dell'autunno

L'autunno si manifesta con i primi cali della temperatura, con la caduta delle foglie e le prime piogge. Le foglie si tingono di rosso e l'autunno ci regala frutti dai sapori intensi, come il caco e il kiwi, uno dei frutti con la maggior presenza di vitamina C.

frutta-autunno

Con la fine dell'estate, in settembre, cominciano invece a comparire frutti autunnali come l'uva e il melograno, carichi di fibre, vitamine e minerali, per farci affrontare al meglio l'inizio dell'autunno. Questi frutti diventano essenziali all'interno della nostra dieta, come quelli di ottobre e novembre, ossia gli agrumi quali aranci, i mandarini e il pompelmo.

 

 

Carenza di ferro nei vegetariani

La carenza di ferro nella dieta vegetariana è uno dei temi più caldi di questa dieta, che sostituisce la carne con alimenti ricchi di ferro.