Qual è la differenza tra mangiare zuccheri e grassi?

uali sono le differenze di mangiare zuccheri o grassi?

Alla base di uno stile di vita sano e attivo ci sono la combinazione di attività fisica e di una dieta equilibrata che contenga tutti i macronutrienti, l'importante è non esagerare con l'apporto di zuccheri e grassi. Ma grassi e zuccheri non sono tutti uguali, sai prima di tutto che differenza c’è tra grassi saturi e insaturi? Scopri subito di più e impara quali sono le differenze tra mangiare zuccheri o grassi e quali sono le conseguenze per l'organismo.

Cosa accade quando mangiamo zuccheri o grassi?

Se è vero che i cibi grassi fanno venire i brufoli ed esagerare con il consumo di dolci e grassi è assai dannoso per la salute, pensare di escluderli completamente dalla nostra dieta è del tutto impossibile. Queste sostanze, soprattutto gli zuccheri, svolgono una funzione indispensabile per il nostro corpo: ci forniscono energia per compiere tutti gli sforzi e le attività quotidiane.

Motivi per cui mangiare zuccheri o grassi non è equivalente

AndreyCherkasov || Shutterstock

Ma zuccheri e grassi non sono tutti uguali, oltre a conoscere la differenza tra grassi saturi e insaturi, sai distinguere gli zuccheri buoni da quelli cattivi? Possiamo considerare gli zuccheri il carburante del cervello, il glucosio in particolare, è assolutamente indispensabile per l'organismo, ma bisogna fare attenzione a non assumerlo in quantità esagerate. Se sai che differenza c’è tra carboidrati semplici e complessi, saprai che si definiscono zuccheri i carboidrati semplici, che vengono facilmente assorbiti e utilizzati dal nostro organismo come energia a rilascio immediato.

Ma quali sono i carboidrati complessi? Pasta, pane, riso, cereali e tuberi costituiscono, invece, fonti di energia a lento rilascio che ci garantiscono le forze per compiere tutti gli sforzi per portare a termine la giornata e rappresentano addirittura il 50-70% del nostro fabbisogno energetico.

I grassi invece vengono suddivisi in base alla loro origine: saturi se di origine animale e insaturi se di origine vegetale. Da una parte tra i solidi troviamo burro, lardo, grasso della carne, o strutto; dall'altra gli oli vegetali che di norma si presentano liquidi.

Mangiare grassi e zuccheri non è la stessa cosa

Ivanna Grigorova || Shutterstock



Se vuoi assicurarti di stare in forma e in salute, fai attenzione a non includere troppi cibi ricchi di grassi animali perché i grassi saturi fanno aumentare il colesterolo, ma abituati a preferire i grassi vegetali che, al contrario, hanno una funzione protettiva per l'apparato cardiocircolatorio. Possiamo allora affermare che non è vero che i grassi vegetali fanno male, se assunti nelle giuste dosi sono ricchi di benefici indispensabili.

Che differenza c'è nel mangiare zuccheri o grassi?

Per stare in salute è necessario dare il giusto nutrimento all'organismo, bisogna garantire il giusto apporto in modo che le nostre cellule trovino il carburante di cui hanno bisogno per portare a termine tutti i processi fisiologici. Non dovrai rinunciare a niente, solo ricercare l'equilbrio. Ma cosa accade all'organismo quando ingeriamo zuccheri e grassi? Vediamo subito quali sono le principali differenze e cosa invece hanno in comune.

1. Apporto calorico

Sia grassi che zuccheri hanno il compito di fornire energia al nostro corpo, è proprio dalla loro demolizione che il nostro corpo ricava l’energia utile per il suo funzionamento. Una delle differenze tra le due tipologie di nutrienti riguarda proprio la della quantità di calorie liberate, ovvero il consumo calorico.

Proteine, carboidrati in generale, quindi anche zuccheri, quando vengono demoliti con la digestione liberano circa 4 calorie per ogni grammo. Quella dei grassi invece è energia concentrata: ben 9 calorie per grammo, più del doppio rspetto a quanto avvenga con gli altri cibi. Ma è vero che esistono cibi grassi che non ingrassano? Si tratta dei cibi che contengono acidi grassi buoni, che ti aiutano a stare meglio senza farti accumulare peso.

2. Alzano la pressione

Si è sempre pensato che il peggior nemico della pressione alta fosse il sale, ma sai perchè lo zucchero contribuisce ad alzare la pressione? È stato scoperto che assumere quantità elevate di zucchero va a stimolare l'ipotalamo, una zona del cervello che provoca un aumento del battito cardiaco e di conseguenza della pressione sanguigna.

Che differenza c'è tra mangiare grassi o zuccheri?

Syda Productions || Shutterstock

Allo stesso modo anche i cibi particolarmente ricchi di sodio o di grassi sono responsabili della comparasa di problemi legati all'ipertensione, quindi alimenti da evitare per chi soffre di pressione alta, ma la cosa più importante è assumerli nelle quantità approriate evitando le abbuffate.

3. Pro e contro per il colesterolo

Ci hanno sempre detto che per evitare che i livelli di colesterolo nel sangue arrivassero alle stelle, è necessario evitare il consumo di cibi particolarmente grassi. Secondo le ricerche degli ultimi anni, però, pare che sia lo zucchero ad avere effetti ben più negativi sul livello di colesterolo cattivo nel sangue.

Molto dipende anche dalle quantità di zuccheri che si assorbono nell'unità di tempo: dopo una grande abbuffata, l'eccesso di glucosio nel sangue può essere trasformato in lipidi, coleterolo e trigliceridi da far circolare nel sangue. I grassi vegetali, invece, se assunti nelle giuste dosi, sono ricchi di benefici indispensabili anche nella lotta al colesterolo cattivo.

 

Fa meglio mangiare velocemente o lentamente?

È meglio mangiare veloce o piano?

Mangiare lentamente e fare un pasto "al volo", stile fast food, provocano una risposta molto diversa nel tuo organismo. Scopri subito di cosa si tratta.