3 modi per reintegrare i carboidrati dopo una dieta proteica

Come riniziare a mangiare carboidrati dopo la dieta proteica

Com'è noto, la dieta proteica consente di perdere velocemente molti chili essenzialmente eliminando qualsiasi alimento contenente alte quantità di carboidrati dalla propria tavola. Questa dieta, avendo appunto come suo principio fondamentale quello del low carb, prevede quindi l'assunzione solamente di alimenti sani e poveri di grassi.

Come reinserire i carboidrati dopo la dieta proteica

Una volta ottenuti tutti gli ottimi benefici della dieta proteica e raggiunto, quindi, il peso forma desiderato, è necessario tornare a mangiare normalmente e, quindi, bisogna reintegrare i carboidrati nella propria dieta. In questa fase il timore maggiore è generalmente quello che, così facendo, in breve tempo si finisce per recuperare subito tutti i chili persi proprio grazie all'assenza dei carboidrati. E quale differenza c’è tra carboidrati semplici e complessi? Quelli semplici sono formati da una sola molecola e si trovano principalmente nella frutta, come il saccario e il fruttosio. I carboidrati complessi, invece, sono formati da più molecole e si trovano nel pane, pasta e riso.

Come compensare carboidrati e proteine dopo al dieta proteica

immstudio || Shutterstock

Devi già mettere in conto sin da ora che, dopo una dieta proteica, se desideri reintegrare i carboidrati nella tua dieta quotidiana, in qualsiasi modo tu cerchi di evitarlo comunque potrai mettere su qualche chilo, ma seguendo i consigli che seguono riuscirai comunque a limitare i danni e mantenere il peso forma che con tanta fatica hai raggiunto. Una curiosità, secondo te contiene più carboidrati la pasta o il riso? La risposta potrebbere non essere scontata e la verità è che la pasta ha meno carbodrati del riso.



Il primo passo fondamentale per reintegrare gli alimenti ricchi di carboidrati nella tua tavola dopo aver concluso una dieta proteica è quella di sostituire le versioni raffinate dei cibi contenenti carboidrati, come pasta, pane e riso,con la loro versione integrale. I cereali integrali, infatti, sono molto meno nocivi e grassi per l'organismo: infatti, a seguito dei processi di raffinazione industriali, essi vengono privati di alcune loro parti fondamentali, e cioè la crusca e il germe, rendendoli degli alimenti ricchi di fibre, sali minerali e vitamine, che vengono sostituite con l'immissione di conservanti, sale, grassi e zuccheri industriali, allo scopo di migliorarne la durata, la cottura ed il sapore.

1. Elimina i condimenti

Se vuoi reintegrare i carboidrati nella tua dieta quotidiana devi poi assolutamente eliminare ciò che effettivamente rende i cibi contenenti queste sostanze nocivi per il peso forma, cioè i condimenti. È meglio evitare quindi i sughi e i condimenti preconfezionati che sono considerati come dei cibi ricchi di grassi saturi. Per condire i tuoi primi piatti, opta per un sugo fatto in casa con verdure fresche, o, se la preferisci in bianco, sostituisci il burro con un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Lo stesso discorso vale per la pizza: non devi rinunciarvi, ma ti basterà sceglierla bianca o margherita, e cioè senza condimenti aggiunti. Cambiare il tipo di condimenti che utilizziamo è un modo per mantenersi in forma mangiando bene e in alcuni casi è sufficiente modificare l'alimentazione per ottenere dei beneici per la salute in poco tempo.

Come proporzionare i carboidrati dopo la dieta proteica

Maryna Pleshkun || Shutterstock

2. Bevi molta acqua

Altro metodo infallibile per non rendere troppo traumatica la riassunzione di alimenti contenenti carboidrati dopo il termine di una dieta proteica è quella di bere molti liquidi, ed in particolar modo acqua. Ma perché bere due litri d’acqua al giorno? Perché ha tanti benefici, tra cui l'effetto snellente che è l'ideale per mantenere i risultati raggiunti con la dieta.

Prediligi quella liscia a quella gassata, in quanto l'acqua naturale tende gonfiare meno lo stomaco, e, quando sei stufo di berla, sostituiscila con bevande salutari come succhi di frutta e centrifughe fatte in casa. Sono dei validi sostituti dell'acqua anche il tè verde, le tisane di natura depurante e drenante. Inoltre, se ti piace cucinare ci sono dei validi motivi per cui bere l’acqua di cottura delle verdure fa bene e si può anche impiegare per dare un tocco di sapore in più agli alimenti.

3. Fai attività fisica

Come ogni corretto stile di vita che si rispetti, è assolutamente essenziale fare attività fisica in maniera costante. Muovere il corpo, infatti, ti consentirà di mantenere il peso raggiunto, bruciando la massa grassa presente nell'adipe e rassodando la massa magra rimasta. Aspetta, ma fare sport aumenta il metabolismo? La risposta è sì, l'ideale sarebbe dedicarsi allo sport almeno mezzora al giorno, perchè in questo modo anche il metabolismo diventerà via via più veloce e consentirà di bruciare più grassi.

Perchè l'açai fa bene all'organismo

A cosa serve l’Açai berry?

Scopri subito le formidabili proprietà che puoi ottenere dall'açai. Le bacche del sud America nacondono preziosi benefici a cui non potrai più rinunciare.