4 legumi che non fanno ingrassare

I legumi che non fanno mettere su peso

La maggior parte delle persone impegnate in un percorso dimagrante costruisce una dieta che esclude i legumi sulla scia del luogo comune che vede questi preziosi alimenti di origine vegetale come determinanti per l'aumento di peso. Le diete povere di carboidrati che escludono i legumi dalla routine alimentare ne concedono un consumo marginale pari a due o tre volte al mese per non perdere i loro preziosi nutrienti. Non solo nutrenti, perché ci sono anche i sorprendenti benefici dei legumi, tra cui il fatto che sono un toccasana sia per il colesterolo, sia per il diabete.

I legumi che non ti fanno prendere peso

I legumi di largo consumo sono caratterizzati per lo più da una prevalenza di amido, una buona percentuale di proteine e un'elevata quota di fibre. Inoltre, tra proteine vegetali che non fanno ingrassare di un solo etto ci sono proprio i legumi, in particolare quelli amidacei, come fagioli, borlotti, piselli, lenticchie, lupini, fave e ceci. Chi segue un'alimentazione prevalentemente vegetariana può accompagnare questi cibi ricchi di proteine vegetali ai cereale, in modo da bilanciare i nutrienti che ci servono per vivere in energia ogni giornata.

I legumi che non aumentano la massa grassa

inewsfoto || Shutterstock

Il profilo nutrizionale dei legumi riserva una quota marginale di lipidi e, anzi, i grassi presenti sono di ottima qualità e accompagnati da sostanze benefiche come le lecitine e i fitosteroli. Aspetta, ma perché i grassi sono importanti per il corpo? La ragione principale è che producono energia e hanno una funzione antiossidante che contrasta l'azione dei radicali liberi, cioè delle molecole istabili che aggrediscono le cellule e le mettono sotto pressione. Uno degli effetti visibili sulla salute è quello di accelerare l'invecchiamento.



Quindi, mangiare troppo legumi fa aumentare di peso? La risposta è dipende: infatti, potrebbero far ingrassare soltanto se assunti in quantità esagerata, vale a dire oltre le due o tre porzioni settimanali consigliate da qualsiasi dieta varia ed equilibrata.

 1. Sì ai Fagioli

Tra i principali vantaggi alimentari dei fagioli c'è il fatto che presentano una buona dose di vitamine, sali minerali e lecitina. È proprio la lecitina che impedisce l'accumulo di adipe nel sangue e l'aumento spropositato di peso. Quindi, i fagioli fanno ingrassare? La risposta in questo caso è no, però questo legume è responsabile del gonfiore addominale. Per limitare gli effetti dell'aria nella pancia bisogna cucinarli nel modo giusto, aggiungendo qualche foglia di alloro.

2. Bene le lenticchie

Le lenticchie, grazie al mix di fibre, vitamine, minerali e sostanze antiossidanti, risultano perfette per sostenere le persone carenti di ferro, riequilibrare il sistema nervoso, pulire l'intestino e tenere sotto controllo il colesterolo. Inoltre, le lenticchie sono tra gli alimenti ricchi di iodio utili per la tiroide e possono variare quello che si mangia quotidianamente. Per rimanere in salute e in forma, bisogna iniziare a considerare alcuni cibi, tra cui le lenticchie e le sue numerose varianti, come alimenti fondamentali per la salute e non solo per mandare via quel chilo di troppo.

I legumi senza effetto ingrassante

Dipali S || Shutterstock

3. Ok i ceci

Seppur portatori di un notevole apporto calorico, i ceci possiedono numerose proprietà nutritive legate alla presenza di fibre, vitamine, ferro e magnesio. Infatti, sono dei legumi che si usano anche costruire le diete per gli sportivi, come nel caso dell'alimentazione nel ciclismo in cui ci sono regimi alimentare differenti per l'allenamento, il momento pre-gara e la fase successiva chiamata post-gara.

Per l'alimentazione quotiditana tradizionale, i ceci possono essere usate per preparare timballi, zuppe, hummus o sformati di verdura che completano il profilo nutrizionale del menu quotidiano. Si può ottenere anche un ottimo senso di sazietà che impedisce di sgarrare a tavoli con dei cibi ricchi di calorie in eccesso non particolarmente indicati per chi vuole rimettersi in forma.

4. Piselli

I piselli contengono l'80% di acqua e un pool di nutrienti utili per l'organismo, come proteine vegetali, fibre, carboidrati, vitamine e sali minerali che influenzano positivamente l'apparato cardiocircolatorio e regolano i livelli di colesterolo “cattivo”. Inoltre, sono uno degli alimenti sorprendentemente ricchi di fibre per vegetariani e possono essere un aggiunta in più per il menu senza proteine animali da cucinare la domenica. Un altro vantaggio, è che i piselli freschi, essendo scarsi di grassi e poco calorici, risultano perfetti per le diete ipocaloriche che puntano a perdere i chili in eccesso.

Carenza di ferro nei vegetariani

La carenza di ferro nella dieta vegetariana è uno dei temi più caldi di questa dieta, che sostituisce la carne con alimenti ricchi di ferro.