La dieta delle 5 p: la dieta per chi odia la dieta!

Volete mettervi a dieta ma non ci riuscite? Solo a sentire la parola "dieta" vi viene da alzare gli occhi al cielo? Forse la dieta delle 5 P fa al caso vostro! Non lasciatevi trarre in inganno dalla parola dieta, di tratta più che altro di una regola da seguire per fare in modo di non aumentare il peso e di mantenere il nostro peso forma.

Cosa sono le cinque p? Si tratta di cibi che solitamente piacciono a tutti ma purtroppo vengono esclusi dalle diete poichè sono alimenti con un elevato contenuto di carboidrati, ritenuti il nemico numero uno di qualunque regime dietetico. Stiamo parlando dunque di P come: pasta, pane, pizza, patate, polenta. Sembra un sogno? Non lo è!

Come vi sarà chiaro, la regola numero uno per sentirsi bene, in forma, e mantenere il proprio peso ideale, è quella di non eccedere con alcun alimento e mantenere un'alimentazione sana ed equilibrata, cercando di mangiare poco di tutti.

Come funziona la dieta delle 5 p?

Questa dieta si fonda su una semplice regola: in ogni pasto della giornata (ne sono consigliati 5) solo un elemento tra quelli elencati potrà essere presente. Ad esempio: se mangiate la pasta, vietato il contorno di patate! Pane e polenta? Non insieme. Se mangiamo la pizza a cena, no al dessert che contiene carboidrati, oppure le patatine come contorno.

Questa regola non necessita di lunghe spiegazioni, semplicemente, come ben sapete, l'apporto di carboidrati si trasforma in tessuto adiposo se non viene in seguito bruciato con il movimento e l'attività fisica. Introdurre questa semplice regola nella nostra dieta, che di severo non ha nulla, permetterà di ridurre la quantità di carboidrati ingeriti, senza però fare grosse rinunce o seguire diete drastiche! Naturalmente, questa dieta non ha grandi promesse di miracolosi dimagrimenti.



Si basa infatti sul principio dell'equilibrio: è importante assumere ogni sostanza nutritiva, anche i carboidrati, ma non in grosse quantità, e facendo attenzione a inserire solo un piatto che contiene carboidrati ad ogni pasto.

Come seguire la dieta delle 5 p

Questo regime alimentare, prevede inoltre di fornire continuamente energia al nostro organismo effettuando 5 pasti al giorno, affinché il metabolismi non si assopisca o rallenti nel corso della giornata. I 5 pasti sono ottimi per mantenere il metabolismo attivo e per domare la sensazione di fame.

Ad esempio, fermarsi qualche minuto a metà pomeriggio per uno spuntino sano, permette di non arrivare alla cena con una fastidiosa fame che ci farà mangiare tanto, male e in fretta, per farci sentire poi a fine pasto "gonfi da scoppiare" a andare a letto con la sensazione di non avere ancora digerito.

Per restare in forma non serve calcolare le calorie di ogni alimento, basta combinare bene i pasti per assorbire tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno il nostro organismo. Se volete mantenere un fisico snello, ma non pensate nemmeno lontanamente a bandire gli alimenti che vi piacciono dalla vostra tavola, seguire questa semplice regola vi aiuterà in questo scopo!

Trucchi della dieta delle 5P

Altri consigli sono quelli di mangiare lentamente, masticare con attenzione e cercare di essere presenti nel momento dei pasti, ovvero concentrare la nostra attenzione sull'atto del mangiare e non disperderla in altre attività che potrebbero distrarvi, come ad esempio guardare la tv o il cellulare.

Mangiando lentamente, e con attenzione, non solo si mangia meno, si ingerisce meno aria, si digerisce meglio, ma anche si gustano di più i sapori dei cibi! Infine, come sempre, da unire ad una dieta sana ed equilibrata, che contenga al suo interno anche una giusta quantità di carboidrati, c'è l'attività fisica. "Siamo quello che mangiamo", è verissimo, ma un'alimentazione sana non può fare tutto il lavoro da sola, serve anche una giusta dose di attività fisica!

 

Cos'è il cibo biologico

Cibo biologico: cos’è?

Aumentano i consumatori di alimenti biologici. Molti pensano siano migliori di quelli non biologici. Ma il cibo biologico, cos'é?