È meglio una colazione dolce o salata?

è meglio mangiare dolce o salato per colazione?

La colazione rappresenta sicuramente il pasto più importate della giornata perché fornisce tutta l'energia necessaria a svolgere le attività quotidiane. Il più delle volte la combinazione degli ingredienti della colazione viene determinata dal background culturale della persona. Chi ha ha visitato o vissuto nei paesi del Nord Europa e in America si sarà scontrato con una realtà differente, un modo di fare colazione a base di uova, salsicce e tanti altri prodotti salati.

La tendenza generale italiana di mangiare cibi dolci come brioche o biscotti accompagnati da caffè o cappuccino si misura con colazioni decisamente troppo salate. Ma qual è il modo migliore di fare colazione? Meglio la colazione dolce o salata?

Prima colazione: cosa mangiare?

È indispensabile sapere esattamente cosa avviene nell’organismo durante la prima colazione per capire come iniziare la giornata. La colazione serve a introdurre cibi liquidi e solidi nell’apparato digerente per consentire rispettivamente l’attività gastrica e lo svuotamento della cistifellea. Più in particolare, la cistifellea conserva la responsabilità di favorire un migliore processo digestivo durante la giornata e limitare l’accumulo di bile a livello della colecisti.

Quando si consuma una colazione troppo dolce a base di alimenti ricchi di zuccheri e carboidrati l’organismo ottiene un aumento dell’indice glicemico che si trasforma in un picco già a metà mattina e spinge a desiderare altri zuccheri nel corso della giornata per sopperire al calo di energia e al forte senso di fame.

Di contro, il consumo di uova a colazione, magari fritte o sbattute, e bacon,  per esempio, fornisce una “bomba” di grassi saturi che affatica l’apparato digerente.

Colazione: meglio dolce o salata?

La verità sta nel mezzo o meglio in una dieta equilibrata che riesce a fornire all’organismo tutti i nutrienti e i principi attivi di cui necessita per affrontare la giornata e conservare un equilibrio generale. Creare una combinazione equilibrata di alimenti dolci o salati si basa sulla scelta di cibi che abbassano il colesterolo alto e non aumentano i trigliceridi nel sangue, che alla lunga possono provocare l’insorgenza di malattie come ictus, arteriosclerosi e infarto. La colazione ideale sia dolce che salata deve riuscire a creare un mix nutriente e bilanciato. Come?



Una colazione dolce tipo può comprendere:

  • Tazza di cappuccino o uno yogurt
  • 4-5 biscotti secchi, una merendina, pane e marmellata oppure cereali integrali
  • Frutto di stagione

Mentre una colazione salata, o all'americana, risveglia a suon di proteine:

  • Tazza di latte di soia
  • Caffè
  • Una fetta di pane integrale con affettato magro, uovo sodo o formaggio fresco spalmabile
  • Frutto o spremuta di arancia

Cibi sì e cibi no

Tutto quello che bisogna fare per riuscire a fare colazione in modo da non creare deficit o problemi all’organismo è quello di preferire cibi grassi che non fanno ingrassare, ovvero alimenti ricchi di grassi buoni, semi oleosi e frutta secca ed evitare cibi bianchi con alte percentuali di zucchero.

Per quanto riguarda la colazione salata è opportuno evitare di mangiare salumi e insaccati tutti i giorni e non eccedere con uova e formaggi, facendo attenzione ad alternare di volta in volta cibi salati e combinazioni.come scegliere tra colazione dolce e salata

L’abitudine di molti italiani di fare colazione solo con un caffè, senza accompagnarlo con un cibo solido rischia di provocare bruciore di stomaco o persino una gastrite. Perché? Il caffè stimola la secrezione gastrica con o senza che si sia ingerito qualcosa, un processo che rischia di danneggiare la mucosa dello stomaco se non trova una “barriera” alimentare su cui agire. È per questo che solitamente si consiglia di mangiare prima di bere, meglio ancora se si consuma una colazione a base di frutta, yogurt o fetta biscottata prima del caffè.

 

Le proprietà benefiche delle bacche di acai

5 benefici delle bacche di Açai

Le bacche di açai sono utilizzate dalle tribù indigene da secoli, si tratta di bacche ricche di benefici e proprietà per l'organismo, approfittane!