La banana di sera è pesante?

la banana la sera gonfia

La banana è senza ombra di dubbio uno dei frutti più consumati ed economici, oltre ad essere un alimento decisamente completo e ricco di sostanze nutritive. Proprio per queste sue caratteristiche questo frutto viene generalmente considerato come un perfetto spuntino spezzafame tra un pasto e l'altro. E poi, chi non la trova un'ottima alternativa alla classica colazione, magari assieme a del tè o del caffè?

Questo frutto, però, si ritiene possieda anche uno svantaggio. Secondo la "saggezza popolare", infatti, la banana non andrebbe mai consumata di sera, ed in particolare come "dessert" post-cena. Ciò sarebbe dovuto proprio alle numerose sostanze nutritive presenti al suo interno, ed in particolar modo all'alto contenuto di zuccheri di questo frutto, che renderebbero la banana decisamente pesante e difficile da digerire per lo stomaco. Ma si tratta di verità oppure no?

Mangiare banane pro e contro

Per capire se la banana costituisce o meno un alimento da evitare di consumarsi alla sera, è bene analizzarne anzitutto le sue caratteristiche principali. La banana è, indubbiamente, uno dei frutti più ricchi di calorie. Se calcoliamo le calorie per alimento, scopriamo che 100 grammi di banana contengono ben 94 calorie. Come mai tante calorie? Considera, in primis, che circa il 75% della banana è composto da acqua, mentre il rimanente 25% ricomprende tutte le sostanze nutritive di cui si compone, come carboidrati, proteine e pochi grassi. Per questo è anche uno degli alimenti che sazia di più!

alimenti per metter su massa

vgstudio || Shutterstock

In particolare, la banana contiene numerosi sali minerali come magnesio, potassio, calcio e fosforo, che rappresentano un alimento perfetto per aumentare massa muscolare. Non solo: la banana è anche ricca di vitamine, in particolar modo di quelle del gruppo B, di vitamina C e di triptofano. Le banane, infine, sono un superfood ricco di fibre, un vero toccasana per favorire la digestione, per abbassare il colesterolo e per prevenire il diabete.

Mangiare la banana di sera fa ingrassare?

Come dicevamo, è proprio la ricchezza di sostanze nutritive presente nella banana a farla ritenere - erroneamente - un frutto pesante da evitarsi soprattutto di sera. In realtà, è bene sfatare subito questo mito: mangiare la banana di sera non fa affatto male, nè causa sempre pesantezza allo stomaco, a patto però di seguire alcune regole per evitare appunto di incorrere in queste conseguenze negative.



È vero che la banana è uno dei cibi che sazi e non fanno ingrassarema ciò non significa che a priori non si possa mangiare alla sera. Per poter gustare una banana alla sera senza incorrere in effetti collaterali, basterà semplicemente che tu consumi una cena leggera. Anzi, soprattutto se sei a dieta mangiare una banana dopo una cena leggera rappresenta un'ottima soluzione per evitare abbuffate notturne.

cibo ricco di magnesio

bitt24 || Shutterstock

Mangiare la banana di sera fa male?

Lo stomaco infatti, per digerire questo frutto, necessita di un lasso temporale che oscilla dalle 2 alle 3 ore di digestione. Se quindi non vuoi privarti di gustare una banana anche dopo aver cenato, devi necessariamente consumarla almeno 3 ore prima di andare a dormire. Solo in questo modo, infatti, sarai sicuro che il tuo stomaco abbia completato il processo di digestione ed eviterai di incorrere in fastidi allo stomaco durante la notte.

Un altro ottimo motivo per cui mangiare una banana alla sera non fa male è il fatto che questo frutto è di grande aiuto a chi soffre di insonnia o fa fatica ad addormentarsi, poichè è ricco di magnesio e al potassio. Non solo: poichè la banana ha un indice glicemico alto, provoca anche un aumento della produzione di insulina nel corpo, una sostanza che facilita l’assorbimento del triptofano, il quale consente, a sua volta, di dormire sonni più profondi.

 

Cos'è il cibo biologico

Cibo biologico: cos’è?

Aumentano i consumatori di alimenti biologici. Molti pensano siano migliori di quelli non biologici. Ma il cibo biologico, cos'é?