Che differenza c’è tra grassi saturi e insaturi?

Molto spesso utilizziamo termini quali grassi saturi o insaturi, senza conoscerne bene il significato. In realtà, lipidi, acidi grassi, o grassi, non sono affatto sinonimi, ma hanno significati molto diversi, e usarli in modo casuale può causare confusione. Gli acidi grassi, sono i componenti strutturali che compongono i grassi, e i grassi a loro volta, rientrano nella categoria dei lipidi. Fatta questa premessa, è importante ora distinguere fra due diverse tipologie di grassi: i grassi saturi e i grassi insaturi.

In cosa sono diversi?

I grassi sono da sempre demonizzati perchè fanno ingrassare e ci fanno sudare ogni tentativo di perdere peso. Ma, checchè se ne dica, sono componenti fondamentali per il benessere del nostro organismo. I cibi ricchi di grassi sono grassi e punto, ma distinguiamo i due tipi di grassi, saturi ed insaturi, principalmente per la composizione della molecola. Senza entrare troppo nel dettaglio, i grassi saturi hanno legami singoli, mentre i grassi insaturi presentano legami doppi.

Ma in concreto, quali sono i grassi saturi e quelli insaturi? Una prima differenza sta nella consistenza: grassi saturi sono solidi, come il burro, mentre quelli insaturi sono liquidi, come ad esempio l'olio, per fare una prima distinzione.

L'importante, per non rischiare di danneggiare la linea e la salute, è essere moderati. Una dieta ricca di grassi, in particolare i saturi che sono di origine animale, possono essere dannosi per il sistema cardiocircolatorio e aumentare il colesterolo, tra le altre cose.

Grassi buoni e grassi cattivi

Esiste una sorta di definizione colloquiale, che suddivide i grassi in buoni e cattivi. Chi sono i grassi buoni? I grassi insaturi vengono definiti buoni, e derivano principalmente dal mondo vegetale o dal pesce. Sono contenuti ad esempio nell'olio extravergine di oliva, nella frutta secca, nel pesce azzurro o nell'olio di pesce. In questo caso, sicuramente avrete sentito parlare dei pesci ricchi di Omega3, i grassi insaturi più famosi, per via dei numerosi benefici che apportano alla salute.

I grassi insaturi fanno bene a molti aspetti del nostro organismo, dalla tiroide alla pressione sanguigna e sono degli alleati insostituibili delle vitamine per mantenere la pelle luminosa, giovane ed elastica. Attenzione però, anche i grassi insaturi possono essere nocivi per la salute. Se usati per un certo tipo di cucina, anche l'olio d'oliva o di semi possono essere dannosi anche più dei grassi saturi. Bisognerebbe sempre stare attenti ai cibi che fanno ingrassare di più, ma a maggior ragione bisogna fare attenzione ad usare questi tipi di olio per friggere, ricordate di cambiarlo ciclicamente, per non appesantire cuore e arterie. Fa bene, invece, usarlo a crudo, come nelle bruschette, per esempio.



iuliia_n || Shutterstock

I grassi saturi, sono invece considerati cattivi, e sono considerati responsabili  di molte patologie a carico del sistema cardiocircolatorio. I grassi saturi devono essere assunti con molta moderazione. Secondo gran parte degli studi, le calorie degli alimenti assunte giornalmente con i grassi  saturi, non dovrebbero superare il 7% delle calorie consumale al giorno. Dunque, in una dieta di 1800 calorie, non dovrebbero mai superare i 14 grammi.

Bisogna prestare molta attenzione a cosa mettiamo nel nostro piatto, perchè molti più alimenti di quelli che crediamo contengono acidi grassi saturi. Ad esempio carni grasse, insaccati, ogni tipo di frittura, formaggi molto grassi, strutto, burro, latte intero e frattaglie. Spesso anche alcuni alimenti insospettabili possono contenere grassi saturi, ad esempio alcuni tipi di succhi di frutta confezionati.

Cosa si può mangiare?

Non tutti gli acidi grassi sono molto dannosi per la nostra salute, esistono anche dei grassi saturi che sono definiti "trigliceridi a catena media", e riescono ad essere assimilati dal nostro organismo velocemente, e apportando un'energia doppia al nostro corpo, rispetto ai carboidrati. Questi speciali grassi saturi sono contenuti ad esempio nel burro, nell'olio di cocco, nelle mandorle, e anche nell'olio di palma.

Esistono molti cibi grassi che non fanno ingrassare e che possono essere integrati nell'alimentazione di tutti i giorni. Ma quale dieta scegliere o che alimentazione adottare, per avere un giusto apporto di grassi saturi e insaturi? i cibi da preferire sono sicuramente le carni bianche, come tacchino e pollo, il pesce azzurro, la frutta e la verdura, la frutta secca, lo yogurt magro e l'olio extravergine d'oliva. Come carboidrati, meglio preferire il pane e la pasta integrale, o il riso integrale. Molto utili da integrare nell'alimentazione anche quinoa, miglio e bulgur, carboidrati che però non apportano grassi in eccesso.

 

Dieta vegana o dieta vegetariana

Se sei in dubbio se scegliere tra la dieta vegetariana e la dieta vegana, qui troverai tutte le informazioni che ti possono servire per decidere.